CONVERSO is a platform for artists and curators across disciplines to make interventions in Milan’s 16th-Century former church of San Paolo Converso. Its baroque interiors inspire a developing team of curators who are creating a range of contemporary exhibitions of art, architecture, design, and performance. CONVERSO is committed to diversifying and activating the artistic landscape in Milan; its not-for-profit program remains free and open to the public.


Responding to the urgent need for spaces of display that do not conform to the aesthetic paradigm of the white cube, CONVERSO has reactivated one of the oldest spaces devoted to arts of all media – the church. Here, the church is a kunsthalle once more, with a unique ecosystem of non-denominational curatorial approaches. And for a contemporary art space, it is uniquely situated in the heart of Milan – becoming a much-needed hub for the global creative community – and dedicated to arts of all creative languages.
 

Erected between 1549 and 1619, the church of San Paolo Converso was built for the annex convent of the Order of the Angeliche. The church’s frescos, the work of Giulio and Antonio Campi, depict the conversion, baptism, miracles and martyrdom of Paul the Apostle. The church was deconsecrated in 1808, after a decree issued by Napoleon. It was used as a storage space until 1932, when it was renovated and became a concert hall. Between the 1960s and the 1980s it was used as a recording studio for, among others, Maria Callas.
In 2014, Locatelli Partners, under the direction of Massimiliano Locatelli arranged to rent the church for their offices. In 2017 they enlisted CONVERSO to create an exhibition program in the church’s chapel. Beginning in 2019, after two years of acclaimed programming, CONVERSO is now charged with bringing its curatorial direction to all of the church’s spaces.

 

CONVERSO è una piattaforma per artisti e curatori che, spaziando tra diverse discipline, interagisce con gli spazi della chiesa Seicentesca di San Paolo Converso. La ricchiezza degli interni barocchi della Chiesa è fonte di ispirazione per un team di curatori impegnato nella creazione di un numero sempre crescente di mostre d'arte contemporanea, architettura, design e performance.
CONVERSO si impegna a diversificare ed attivare il panorama artistico milanese. La sua programmazione no-profit è gratuita e aperta al pubblico.

In risposta alla necessità sempre più urgente di spazi espositivi che si discostino dal paradigma estetico del white cube, CONVERSO ha riattivato uno spazio anticamente dedicato alle arti in tutte le loro espressioni - la chiesa. Così, la chiesa diventa una kusthalle, un ecosistema unico composto da un numero sempre crescente di approcci curatoriali non confssionali.
Sito nel cuore della città di Milano, CONVERSO è uno spazio espositivo unico nonché un centro dedicato all'arte declinata in tutti i suoi linguaggi per la comunità creativa globale.

 

Eretta tra il 1549 e il 1619, la chiesa di San Paolo Converso viene costruita per l’annesso convento dell’Ordine delle Angeliche. Gli affreschi della chiesa, opera di Giulio e Antonio Campi, rappresentano la conversione, il battesimo, i miracoli e il martirio di San Paolo Apostolo. Sconsacrata nel 1808 a seguito di un editto napoleonico, viene utilizzata come magazzino fino al 1932, anno in cui viene restaurata e diventa una sala da concerto. Tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta è uno studio di registrazione, tra gli altri, per Maria Callas.
Nel 2014 Locatelli Partners, sotto la guida di Massimiliano Locatelli, affitta la chiesa come sede operativa del proprio studio, affidando a CONVERSO nel 2017 il compito di curare un programma espositivo nell’aula frontale.
A partire dal 2019, dopo due anni di acclamata programmazione, la direzione artistica di tutti gli spazi che compongono la chiesa viene curata da CONVERSO.

 
CONVERSO
Piazza S. Eufemia, Milan
info@converso.online
Facebook Instagram
+39 02 866247
Thursday – Saturday
11 am – 7 pm
   
Join our mailing list







 

I've read and understood our Privacy Policy.



Subscribe
 

founder and director
ALEXANDER MAY

partnerships/events manager
NADINE D’ARCHEMONT

exhibition coordinator
CHIARA SPAGNOL

production
EUGENIO MARTINO NESI

assistant
EDOARDO DE COBELLI

graphic design by
ALESSANDRO GORI

 
Website programming by Simone Ballesio